Luca Pietrolucci

Come scrivere articoli in ottica SEO: le 5 regole

Questa guida ti fornirà i fondamenti della scrittura di articoli in ottica SEO. Grazie a questa guida, dovresti avere una migliore comprensione di come scrivere articoli ottimizzati per i motori di ricerca.

Generalmente gli articoli ottimizzati aiuteranno il tuo sito a posizionarsi più in alto nelle classifiche dei motori di ricerca.

Alcune delle cose che tratteremo:

  • Ricerca di parole chiave;
  • Struttura dell’articolo;
  • Creazione di un articolo di valore.

Cos’è la SEO? L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), è una tecnica di marketing utilizzata per migliorare il posizionamento di un sito Web nei risultati organici dei motori di ricerca.

L’uso della parole chiave

La prima cosa che dovrai fare per scrivere un articolo in ottica SEO è includere le parole chiave nel titolo e in tutto il contenuto in modo che i motori di ricerca possano identificare facilmente di cosa tratta il tuo articolo. Ma fai attenzione! Inserire troppe volte la parola chiave in modo innaturale è altamente penalizzante agli occhi di Google ed è considerata una pratica scorretta chiamata Keyword stuffing.

Prima di iniziare a redigere articoli ottimizzati per la SEO bisogna avere bene a mente quali parole chiave utilizzare all’interno del contenuto, altrimenti si rischia di posizionarsi per parole chiave che non hanno alcuna coerenza con il contenuto pubblicato.

Per questo è sempre utile anticiparsi e iniziare un’analisi accurata per valutare cosa il mercato ricerca su Google nella vostra nicchia e quali parole chiave usa per soddisfare i propri bisogni. In questo modo si avrà la possibilità di conoscere meglio i bisogni degli utenti e si potranno anche anticipare i trends valutando le ricerche in chiave annuale. Ma per questo ci vuole esperienza!

Se si ha necessità di cercare le parole chiave adatte ti basterà utilizzare il Google Keyword Planner ma esistono anche diversi tool: AnswerThePublic e Ubersuggest, che ricavano informazioni dai suggerimenti di completamento (Google Instant), fino ad arrivare a soluzioni a pagamento come Seozoom e Semrush.

 articoli in ottica seo

Parole chiave a coda lunga per i tuoi articoli SEO

Una parola chiave a coda lunga è un termine di ricerca che contiene tre o più parole. Queste parole chiave non sono così popolari come le parole chiave di una parola, ma sono più specifiche e meno competitive. . Esempi di parole chiave a coda lunga sono “software di contabilità”, “toelettatura del cane” e “allenamento di pallavolo”.

Le opportunità

Le parole chiave a coda lunga sono spesso trascurate dai blogger che si occupano della redazione di articoli in ottica SEO perché sono troppo specifiche e difficili da classificare. Tuttavia, offrono molte opportunità per generare più vendite o lead.

Le parole chiave a coda lunga sono un tipo di termine di ricerca più specifico e può essere più difficile da classificare. Ci sono molte opportunità che a un’analisi superficiale possono sfuggire ma che, dopo un’attenta ricerca delle parole chiave, possono portare a risultati grandiosi.

Basti pensare che le parole chiave a coda lunga attraggono un pubblico cosciente che sa cosa cerca. Infatti, più specifica sarà la ricerca, più la volonta e la consapevolezza d’acquisto è solida.



Secondo Google infatti più le parole (o frasi) chiave sono descrittive, maggiore sarà la probabilità di conversione. Quindi con un costo e un rischio minore si ha una probabilità più alta che una persona compia un’azione nel nostro sito.

Come usare i tool per le parole chiave a tuo vantaggio

Ovviamente se si vuole scrivere un articolo in ottica SEO non si possono tralasciare le parole chiave a coda lunga, ma non è oro tutto ciò che luccica. Le parole chiave a coda lunga sono difficili da trovare, proprio perchè sono molto specifiche e descrittive. Ed è qui che entrano in gioco i tool menzionati in precedenza

– Evidenzia i tuoi mercati target. Ad esempio, se hai intenzione di scrivere un post sul blog sull’iPhone 6, menzionalo nel titolo e in ogni paragrafo

– Usa le parole chiave LSI (Latent Semantic Indexing) per aumentare la pertinenza dei tuoi contenuti. Aiuterà gli utenti che non utilizzano frasi chiave esatte.

Attributo ALT per le immagini

Un altro passo da fare per migliorare la SEO dell’articolo è ottimizzare le immagini con testo alternativo. Questa pratica consentirà ai file appropriati di essere indicizzati dai crawler dei motori di ricerca.

Come usare l’attributo ALT

  1. Scrivi meta descrizioni per ogni pagina che riassumono ciò che i visitatori troveranno
  2. Assicurati di usare una descrizione accurata e comprensibile per l’attributo Alt, che includa parole chiave rilevanti per il contenuto
  3. Non usare un attributo Alt come una frase di descrizione, ma piuttosto come una parola o una frase breve.
  4. Assicurati di usare un attributo Alt per le immagini importanti. Cosi facendo i motori di ricerca possono identificare la pagina.
  5. Se l’immagine non è importante, assicurati di usare un attributo Alt vuoto per non creare confusione con i motori di ricerca.

Utilizza una struttura logica nella creazione dei tuoi articoli in ottica SEO

La terza regola per scrivere articoli SEO è creare una struttura logica nella creazione del tuo articolo. L’organizzazione del contenuto è essenziale per la comprensione dell’argomento da parte dei lettori. Quando si scrivono articoli SEO, è importante fornire ai lettori una traccia chiara e diretta da seguire. Per questo motivo, è importante organizzare i propri contenuti in modo logico.

Si può partire i con un’introduzione, passando poi ad argomenti più specifici e concludendo con una conclusione. La struttura logica aiuta anche a mantenere l’attenzione del lettore e a incoraggiare la lettura del contenuto fino alla fine.

Inserire link interni ed esterni è un ottimo modo per aumentare la visibilità di un articolo online. Un link interno è un collegamento tra due pagine all’interno del tuo sito web, mentre un link esterno è un collegamento da una pagina del tuo sito a un sito esterno.

I link interni sono utili perché aiutano i motori di ricerca a scoprire contenuti correlati nel sito e facilitano la comprensione dell’argomento trattato. La link building interna può anche aiutare i tuoi visitatori a spostarsi facilmente da una pagina all’altra del tuo sito.

I link esterni possono aiutare a migliorare la SEO di un sito web in diversi modi. Un link esterno da un sito web di qualità aiuta a migliorare il posizionamento, mentre un link esterno da un sito web di bassa qualità può danneggiare il posizionamento. Quando si sceglie un link esterno, assicurarsi di scegliere un link pertinente e di alta qualità. Inoltre, includere link esterni da fonti autorevoli può aiutare i lettori a conoscere meglio l’argomento e migliorare la credibilità del tuo contenuto.

Assicurati di non esagerare con i link esterni, poichè potrebbe distogliere l’attenzione del lettore dal tuo articolo. Inserire link nel testo è un ottimo modo per migliorare la SEO e aumentare la visibilità del tuo sito. Assicurati di scegliere link pertinenti e di alta qualità, e di non esagerare con i link esterni.

In conclusione, scrivere un articolo ottimizzato in ottica SEO non è facile. Grazie a un giusto mix tra esperienza e competenze si possono raggiungere ottimi risultati !

Non hai tempo per pubblicare contenuti per il tuo sito? Contattami qui se vuoi usufruire dei miei servizi!

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore